• Home »
  • Articoli »
  • #PissForEquality – Le femministe cascano nella campagna troll partita da 4chan e si pisciano addosso.

#PissForEquality – Le femministe cascano nella campagna troll partita da 4chan e si pisciano addosso.

#PissForEquality – Le femministe cascano nella campagna troll partita da 4chan e si pisciano addosso per poi postare le foto su twitter.




051015pee6

Alcuni giorni fa, mentre girovagavo nel magico mondo di internet, mi sono imbattuto nell’articolo di un sito straniero che mi ha fatto sputare entrambi i polmoni dal ridere.
Non avendolo trovato tradotto nella nostra lingua da nessuna parte, mi sono preso la briga di farlo di mio pugno perché, a mio avviso, anche il popolo dell’internet italiano deve sapere.

A quanto pare, secondo l’articolo appena citato, diverse femministe sono cadute brutalmente nella campagna troll organizzata da alcuni membri di 4chan e hanno cominciato a pisciarsi addosso per poi postare le foto su twitter, il tutto allo scopo di supportare le donne vittime di uno stupro.

Avendo trovato diverse tracce di questa notizia sul web, devo constatare con un divertito rammarico che molto probabilmente è vera.

“E se in qualche modo portassimo i ritardati di tumblr a pisciarsi\cagarsi nei pantaloni pubblicamente in nome dell’ “Uguaglianza”?” ha scritto un membro di 4chan il 2 ottobre.

4chan2-1

Nel giro di ventiquattro ore la cosa ha iniziato a degenerare e il risultato è stato questo:

051015pee1

051015pee2

051015pee3

051015pee4
051015pee5

Una donna ha addirittura fatto un video in cui si piscia nei pantaloni e lo ha postato su twitter:




Non è la prima volta che alcune femministe hanno apertamente abbracciato qualcosa che originariamente era stato creato da 4chan per prendersi gioco di loro.
Il movimento “free bleeding” in cui le femministe postavano foto mostrando il sangue mestruale scorrere sulle loro gambe al fine di attirare l’attenzione sulla sensazione di vergogna causata dal ciclo, a quanto pare era un’atra campagna nata su 4chan.

4chan

 

Tutta questa faccenda mi ha portato a fare diverse riflessioni che ci tengo a condividere con voi.

Ora, anche volessimo tralasciare il fatto che tutta questa faccenda sia partita da un troll colossale, e il che è comunque piuttosto imbarazzante, potrei sapere quale diavolo potrebbe essere l’utilità di una “campagna” del genere?

E’ evidente, e mi spiace per quelle donne sane di mente che ancora si battono in modo serio per i propri diritti, che il movimento femminista nel mondo contemporaneo stia prendendo una brutta, bruttissima piega: siamo passati dalle suffragette e dalla lotta nelle piazze per i propri diritti alle foto dei pantaloni pisciati sui social network, per non parlare di quella frangia estrema del femminismo che trasforma tale movimento nella versione al femminile del maschilismo e  che io chiamerei “femminilismo”, il quale pone la donna non sullo stesso piano dell’uomo, ma su un piano superiore, compiendo appunto gli stessi errori presenti nell’ideologia maschilista.

_58410164_tv006449432

Questo tipo di iniziative demenziali come il girare con le cosce sporche di mestruo per dimostrare non si sa bene cosa non solo sono ridicole, ma anche pericolose, perché rischiano di far passare tutte le femministe, anche quelle vere, per delle povere ritardate psicotiche ed esaltate, e mandando a put*ane decenni di lotte e di risultati ottenuti col sudore.

Quindi in conclusione vorrei fare due appelli: il primo è rivolto alla società in generale, ossia quello di non confondere il femminismo, quello vero, con la sua degenerazione, da me nominata “femminilismo”,  da altri “donnismo” (termine a mio avviso errato in quanto deriva dall’inglese “womanism” che ha tutt’atro significato) perché sono due cose totalmente diverse; il secondo, invece, è rivolto alla popolazione femminile: se davvero volete lottare per l’uguaglianza dei sessi, obiettivo che la nostra società non ha ancora realmente raggiunto (anche se vogliono convincerci del contrario), dateci un taglio con tutte queste putt*nate.

Grazie.

Mike the Meme

Title/Inv/Barcode.: Science Museum Photo Studio Date: 08/06/05 Colour Profile: Adobe RGB (1998) Gamma Setting: 2.2 Please note: This image is not currently fully processed.



Scrivi un commento