• Home »
  • Celebrità »
  • Muore personaggio famoso ma Mike the Meme non ci scherza su – La delusione dei suoi fan

Muore personaggio famoso ma Mike the Meme non ci scherza su – La delusione dei suoi fan

Muore personaggio famoso ma Mike the Meme non ci scherza su: la delusione dei suoi fan

umbertoeco-654x404

Nel corso degli anni lo abbiamo visto scherzare su un sacco di personaggi famosi morti, da Taricone a Simoncelli, passando per Rita Levi Montalcini, fino ad arrivare addirittura a Lemmy Kilmister, il cantante dei Motorhead.

“Quando morì Lemmy quasi nessuno se lo sarebbe aspettato che avrei scherzato pure su di lui, e proprio per questo decisi di farlo. Umberto Eco, grazie al suo cognome che stimola battute scontatissime, può essere facilmente oggetto di umorismo nero, e quindi scherzare sulla sua morte sarebbe ovvio e banale.
Il black humor, per essere divertente, non deve mai essere banale, deve essere in grado di strapparti un sorriso nonostante la tua morale ti dica che sia sbagliato ridere di quella determinata cosa per cui stai ridendo, il black humor serve per spezzare l’equilibrio interiore di una persona, mettendo in crisi i propri credo e i propri ideali”.

Nemmeno in questo caso, quindi, il risparmio di battute da parte di Mike circa la morte di Umberto Eco può essere ricondotto a una forma di rispetto verso il personaggio citato ma, al massimo, verso il black humor stesso, che non deve essere sminuito così facilmente.



Scrivi un commento